Home Notizie News Valorizzazione servizi svolti in stand by emergenza urgenza
Valorizzazione servizi svolti in stand by emergenza urgenza Stampa E-mail
Scritto da Redazione Toscana   
Lunedì 25 Giugno 2018 09:25

Riportiamo gli esiti della trattattiva - già comunicati alle Misericordie - che la Federazione, tramite il presidente Corsinovi, ha condotto con la Regione sulla valorizzazione dei servizi svolti in stand by emergenza urgenza.

Carissimi/e,
 
dopo una lunghissima ed estenuante trattativa durata, come ben sapete, tanto tempo, finalmente siamo arrivati a definire con la Regione Toscana le nuove valorizzazioni dei servizi svolti in stand-by per l’emergenza sanitaria.

A partire dal primo di gennaio 2018 gli importi che ci verranno riconosciuti a titolo di stand-by sulle 24 ore, saranno aumentati a 9.450,00 euro al mese (equipaggio 3 soccorritori) ed a 7.350,00 al mese (equipaggio 2 soccorritori); continuerà ad esserci riconosciuto un contributo di attivazione per ogni chiamata di euro 17; è stato eliminato il limite dei 25 km forfettario e ci verrà corrisposto  un rimborso chilometrico di 0,36 centesimi di euro al km, a partire dal km zero, qualsiasi sia la percorrenza del servizio.
 
Per il momento sono state mantenute le due valorizzazioni di stand-by, a tre e due soccorritori, in quanto, le tabelle della Legge 25/2001 e succ. a cui comunque facciamo ancora riferimento anche per le tipologie di ambulanza e la composizione degli equipaggi, riportano tale differenziazione; questo però solo in attesa che vengano approvate le modifiche alla citata Legge 25/2001, già concordate con la Regione Toscana per le relative Tabelle che prevedono, tra le altre cose, che i nostri equipaggi saranno composti da “almeno due soccorritori di livello avanzato”. Da quel momento in poi, evidentemente, il rimborso mensile di riferimento sarà di 9.450 euro per tutti gli stand-by.
 
Ovviamente, nel definire quanto sopra, abbiamo tenuto in considerazione, tutte le caratteristiche e le tipologie delle dislocazioni territoriali delle Misericordie, cercando di trovare un equilibrio dei parametri, che garantisse un incremento a tutte le Misericordie, sia quelle cittadine, o comunque a distanze contenute dai presidi ospedalieri, ma anche di quelle consorelle che operano in territori lontani con lunghi spostamenti e difficoltà varie.

Chiaramente questo primo anno di applicazione dovrà anche servirci per verificare l’efficacia dei correttivi applicati, e darci gli strumenti, per, eventualmente, intervenire con Regione Toscana e modificare quanto necessario.

Le ASL dovranno versare entro il prossimo 30 luglio 2018 la differenza a conguaglio di quanto già versato per acconto e saldo sia del primo, che del secondo trimestre 2018.
Quanto sopra è tutto già contenuto nel testo di una delibera approvata dalla Conferenza Regionale Permanente tenutasi il 15 u.s., durante la quale abbiamo anche affrontato e definito la ripartizione del conguaglio delle risorse relative all’anno 2017.

Verranno riconosciuti, sempre nel mese di luglio 2018, risorse per un valore di circa il 22% in più sullo stand-by, e di quasi il 7% sul valore della produzione relativa ai trasporti in emergenza.

Invieremo ad ogni coordinamento, con una mail specifica, un prospetto con indicato, Misericordia per Misericordia, gli importi che saranno liquidati.

Per praticità allego alla presente uno schema molto sintetico e spero chiaro della nuova valorizzazione dei trasporti in emergenza.

Riepilogo

Fraterni saluti. 

Gianluca Staderini
 
Banner