Home Notizie News ASSO: la Toscana ‘A Scuola di Soccorso’
ASSO: la Toscana ‘A Scuola di Soccorso’ Stampa E-mail
Scritto da Redazione Toscana   
Sabato 28 Ottobre 2017 13:25
Una ‘scuola di soccorso’ per gli studenti toscani di ogni ordine e grado, dalle elementari alle superiori, che culmina con un corso avanzato di formazione all’uso del defibrillatore, riservato agli studenti degli ultimi due anni delle superiori. E’ quanto prevede l’intesa tra la Federazione Regionale delle Misericordie e l’Ufficio Scolastico Regionale della Toscana, presentata questa mattina al PalaValenti Firenze, a margine della prima lezione di 5 ore per l’uso del defibrillatore che ha riguardato 300 studenti fiorentini del Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci.

“Sapere come comportarsi di fronte a un infortunio, a un incidente o a un malore può ridurne le conseguenze e, in certi casi, salvare delle vite, così come saper usare un defibrillatore” ha detto Alberto Corsinovi, presidente delle Misericordie della Toscana. “Ci sembra un bagaglio importante da consegnare agli studenti delle scuole toscane. Per questo, come fanno da 8 secoli, le Misericordie della Toscana si mettono a servizio delle proprie comunità.”
“La scuola sta cambiando, rimane la scuola della conoscenza ma la realtà e i ragazzi oggi ci chiedono che lo scuola si apra, hanno bisogno di fare esperienza dirette” ha detto il Sottosegretario del MIUR Gabriele Toccafondi, che ha partecipato alla presentazione. “La scuola è percorso formativo e in quanto tale l’acquisizione di competenze in ambito del primo soccorso per i nostri giovani è molto importante. Questo percorso è scuola a tutti gli effetti, i ragazzi dopo questi corsi di formazione avranno competenze utili per tutta la vita e saranno un presidio per tutti noi. Un grazie alle Misericordie per il lavoro ed il sostegno che danno in favore di giovani”.

Il ‘Progetto ASSO’ (acronimo di ‘A Scuola di Soccorso’) è articolato in due moduli. Il primo è rivolto alle scuole primarie (e consiste in 2 ore di lezione) e alle scuole secondarie di primo e secondo grado (4 ore) e punta a trasmettere agli alunni conoscenze di primo soccorso e del comportamento da attuare in caso di malore ed infortuni.
Il secondo progetto, rivolto agli studenti delle classi quarte e quinte delle secondarie di secondo grado, rappresenta una sorta di ‘maturità’ del primo soccorso, con la formazione all’utilizzo del defibrillatore automatico esterno. Al termine del corso (di 5 ore) gli studenti conseguiranno la qualifica di ‘esecutore’ di BLS-D (Basic Life Support and Defibrillation).
In entrambi i casi i corsi saranno svolti dai formatori della Federazione delle Misericordie toscane (ente accreditato presso la Regione Toscana); sarà sempre la Federazione regionale delle Misericordie a proporre, tramite le proprie articolazioni territoriali, il percorso formativo alle autorità scolastiche della nostra regione. Tutto il percorso (formazione e certificazione come ‘esecutore’ di BLS-D) sarà svolto dalle Misericordie a titolo gratuito.

Contemporaneamente alla presentazione, al PalaValenti, si è svolta la prima mattinata di formazione all’uso del defibrillatore per 300 studenti degli ultimi due anni del Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci di Firenze. Al progetto, appena avviato, hanno già aderito 32 scuole toscane (delle province di Firenze, Prato, Pisa, Livorno e Grosseto) per oltre 4500 studenti.