Home Notizie News R.A.Mi: ad Altopascio si inaugurano gli ambulatori della Misericordia
R.A.Mi: ad Altopascio si inaugurano gli ambulatori della Misericordia Stampa E-mail
Scritto da Redazione Toscana   
Venerdì 15 Settembre 2017 09:31

Saranno inaugurati sabato 16 Settembre i nuovi ambulatori specialistici della Misericordia ad Altopascio (LU) che saranno gestiti da R.A.Mi in collaborazione con la locale Confraternita.

Alle 10 il simbolico taglio del nastro, con la benedizione della nuova sede, a cui è prevista la partecipazione anche del sindaco, Sara D’Ambrosio, del Governatore della Misericordia Antonella Pistoresi e del presidente di RAMi, Andrea Panelli. La struttura (130 metri quadri, in via Marconi 69) si trova al primo piano, ma è completamente accessibile anche per le persone disabili e a ridotta mobilità.
R.A.Mi. (Rete degli Ambulatori delle Misericordie) è lo strumento che la Federazione regionale delle Misericordie della Toscana mette a disposizione delle proprie associate per tutti gli aspetti legati ai servizi sanitari, con l’obiettivo di collegare in un sistema a rete le realtà ambulatoriali già strutturate delle Misericordie e fornire il massimo supporto alle associazioni per la realizzazione di nuovi ambulatori.
Fra le prestazioni a disposizione, con tariffe sociali, ci saranno visite specialistiche di cardiologia, dermatologia, oculistica, ginecologia, visite ecografiche.
Per qualunque informazione e per prenotare la propria visita sarà disponibile il personale dell’ambulatorio al numero 0583-264426.
L’inaugurazione degli ambulatori di Altopascio segue quella avvenuta, il 26 giugno scorso, ad Empoli. Anche lì a gestire a gestire gli ambulatori (in via Cavour 43 - 0571 534915 il numero per prenotazioni) è R.A.Mi, in collaborazione con la locale Misericordia e, nonostante il periodo estivo, da subito incontrando l’attenzione e il consenso della popolazione.
Fanno parte di R.A.Mi. gli ambulatori delle Misericordie di Firenze, Campi Bisenzio, Empoli, Prato, Pistoia, San Casciano Val di Pesa, Sesto Fiorentino, Navacchio e Altopascio.