Home Notizie News Incontro delle Misericordie con il Papa: dalla Toscana il contingente più numeroso, oltre 20mila
Incontro delle Misericordie con il Papa: dalla Toscana il contingente più numeroso, oltre 20mila Stampa E-mail
Scritto da Redazione Toscana   
Sabato 14 Giugno 2014 15:58

Era sicuramente quello toscano il ‘contingente’ di confratelli di gran lunga più numeroso stamani, in piazza San Pietro, a Roma, per l’incontro di Misericordie e Gruppi Fratres con Papa Francesco.

Dalla nostra regione sono partiti (Fratres esclusi), 20mila confratelli delle Misericordie appartenenti a oltre 200 diverse Misericordie, guidati da 134 Governatori e 56 Correttori. Oltre 200 i pullman partiti dalla regione per consentire a tutti di essere presenti all’incontro. Il gruppo più numeroso quello della Misericordia di Lastra a Signa, in provincia di Firenze, con 294 partecipanti.
“Il Papa –dice il Presidente della Federazione delle Misericordie della Toscana, Alberto Corsinovi- ci ha messi in guardia da chi usa tante, troppe parole, ma poi non si impegna per cambiare ciò che non va. Facciamo nostro con convinzione questo ammonimento e questo d’ora in avanti sarà, ancor più, il nostro stile e la nostra modalità d’azione”
Tra i pellegrini toscani anche una presenza istituzionale, con l’assessore regionale Gianni Salvadori che ha partecipato all’evento in piazza, fin dalle prime ore del mattino, insieme ai confratelli delle Misericordie.
A guidare il momento di preghiera e testimonianze, dalle 10 alle 12, in attesa dell’arrivo del Papa, è stato proprio il ‘correttore’ delle Misericordie toscane, don Simone Imperiosi, insieme al ‘correttore’ nazionale delle Misericordie e Vescovo di Prato, monsignor Franco Agostinelli. Dalla Toscana presente anche il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, monsignor Antonio Buoncristiani arcivescovo di Siena e monsignor Mario Meini, vescovo di Fiesole.
 
Banner