Home Notizie News Centrale 118 di Prato: summit del volontariato con Marroni
Centrale 118 di Prato: summit del volontariato con Marroni Stampa E-mail
Scritto da Redazione Toscana   
Giovedì 16 Gennaio 2014 09:52
Centrale 118 di Prato: ogni forma di riorganizzazione sarà valutata dalla commissione apposita. E’ questa la sintesi dell’incontro che i rappresentanti di Pubbliche Assistenze, Misericordie e Croce Rossa della Toscana hanno avuto mercoledì 15 gennaio con l’assessore regionale per il diritto alla salute, Luigi Marroni. I rappresentanti del volontariato hanno compreso complessità e necessità riguardo la centrale pratese, ma è stato convenuto che ogni sviluppo o decisione sul versante della riorganizzazione dovrà avvenire secondo l’iter istituzionale prefissato. Nessun balzo in avanti dunque, nessuna decisione unilaterale.
«Abbiamo chiesto e ottenuto – sostengono i presidenti regionali di Pubbliche Assistenze, Attilio Farnesi, e Misericordie, Alberto Corsinovi insieme al direttore del comitato regionale della Croce Rossa, Pasquale Morano – il rispetto della delibera della giunta regionale relativa alla predisposizione del piano di attuazione della riorganizzazione delle Centrali 118». Quindi i problemi e le specificità delle centrali toscane, compresa quella di Prato, saranno studiate dalla commissione con il supporto “dei Coordinatori di Area vasta, dei Direttori Generali delle Aziende UU.SS.LL., delle competenze tecnico professionali dei responsabili delle Centrali Operative 118, delle competenze di ESTAV e di ogni altra figura che possa essere ritenuta necessaria, con la collaborazione dei rappresentanti delle Associazioni di Volontariato e della Croce Rossa Italiana ed effettuando il confronto e la concertazione con le Organizzazioni Sindacali interessate”.
Sarà la commissione dunque a decidere la miglior riorganizzazione delle centrali di emergenza tenendo conto delle specificità e delle esigenze territoriali. 
 
Banner