Home
Misericordie della Toscana
Modificazioni statuto associazioni non riconosciute in assenza del notaio Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Domenica 01 Novembre 2020 17:50

Cari Confratelli e Consorelle,

il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con la circolare n.10980 emanata il 22 ottobre 2020 è intervenuto per chiarire quale possa essere la forma dell'atto in caso di variazioni dello statuto effettuate da un’associazione non riconosciuta. Il Ministero afferma che le associazioni non riconosciute il cui statuto sia stato redatto per atto pubblico possono modificare lo stesso atto anche tramite una scrittura privata, senza cioè l'intervento del notaio. Ciò è applicabile a condizione che non sia l'atto costitutivo o lo statuto stesso dell'associazione a prevedere espressamente la necessità della forma dell'atto pubblico.

La circolare prosegue chiarendo che l'utilizzo del quorum semplificato costitutivo e deliberativo per le assemblee per le modifiche statutarie, ammissibili fino al 31 ottobre 2020, e solo in caso di inserimento nello statuto delle norme inderogabili (o all'introduzione di clausole volte ad escludere l'applicazione di nuove disposizioni derogabili) previste dal codice del Terzo settore, non viene consentito qualora lo statuto non preveda differenze nei quorum tra assemblea ordinaria e assemblea finalizzata alle modifiche statutarie1. In tal caso le stesse maggioranze previste dallo statuto dovranno essere rispettate a pena d'invalidità delle sedute.

Per eventuali chiarimenti potete inviare una mail a oppure contattare gli uffici al numero telefonico 0553261361.

_____________________
1 Ad esempio, qualora lo statuto prevedesse per ogni tipo di assemblea un quorum costitutivo di 3/4 degli associati e un quorum deliberativo a maggioranza dei presenti, non varrebbero le modalità semplificate previste dalla norma e dovrebbero essere utilizzate le previsioni statutarie.


Fraterni saluti

    Il Direttore
Gianluca Staderini
 
Comunicazione urgente per aggiornamento riguardo Ordinanza Regione Toscana n. 93 del 15.10.2020 Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Domenica 01 Novembre 2020 16:58

Adozione delle misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione ed il contenimento sul territorio regionale della diffusione del virus COVID-19 in materia di igiene e sanità pubblica per le RSA, RSD o altra struttura socio-sanitaria

 
In relazione alla gestione dell'emergenza Coronavirus (Covid-19), le Misericordie che gestiscono RSA o altre strutture residenziali di carattere socio-assistenziale e socio-sanitario quali ad esempio RSD e CAP, devono adottare nuove misure disposte dalla nuova Ordinanza n.93 del 15.10.2020 della Regione Toscana recante "Adozione delle misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione ed il contenimento sul territorio regionale della diffusione del virus COVID-19 in materia di igiene e sanità pubblica per le RSA, RSD o altra struttura socio-sanitaria".
 
Le nuove linee guida regionali prevedono aggiornamenti importanti riguardo ad aspetti inerenti alla gestione dell'emergenza e, in particolare a:

  • Accesso alle strutture sociosanitarie;
  • Modalità e strumenti necessari per garantire la comunicazione tra ospiti e familiari;
  • Nuovi ingressi dal domicilio e dall'ospedale, rientri in RSA da ospedalizzazione temporanee, pre-isolamento;
  • Campagna vaccinale e screening Covid-19;
  • Cartella utente elettronica/Diario clinico Web-based;
  • Positività accertata all'interno della struttura;
  • Personale in situazione emergenziale;
  • Il ruolo della Medicina Generale e delle USCA nei confronti dei Pazienti Covid ospiti delle RSA, RSD e le altre strutture sociosanitarie;
  • Ruolo del Team Specialistico Multiprofessionale Zonale/ospedaliero;
  • Cabina di regia.

 
Si sottolinea in particolare di prendere visione delle novità riguardo al divieto di accesso ai familiari presso le strutture, salvo necessità e/o situazioni particolari, così come della sospensione dei rientri in famiglia fino al termine dello stato di emergenza epidemiologica da Covidl9, nonché delle modalità di comunicazione da assicurare tra ospiti e familiari.
 
Si raccomanda inoltre di prendere visione delle disposizioni per nuovi ingressi e il rientro da ospedalizzazioni temporanee subordinate al fatto che le strutture prevedano l'allestimento di un modulo di accoglienza dedicato ai nuovi ospiti, o l'adozione di misure, in ogni caso, idonee a garantire adeguato distanziamento sociale fra gli ospiti, allo scopo di garantire un ulteriore filtraggio (10 giorni) contro la diffusione del virus in una possibile fase di incubazione. Specifiche disposizioni per l'accesso in struttura sono previste riguardo le certificazioni e lo svolgimento dei tamponi. In caso di nuovo ingresso proveniente dall'ospedale di un anziano che non é stato affetto da COVID-19 si procede come per un nuovo ingresso dal territorio, con tampone effettuato in questo caso non oltre le 24 h precedenti le dimissioni.
 
Per quanto concerne la campagna vaccinale dedicata agli ospiti delle strutture si procede come da indicazioni regionali con la collaborazione dei MMG, del Dipartimento della Prevenzione dei Medici dell'Attività Sanitarie di Comunità e con il coinvolgimento degli stessi operatori sanitari presenti in RSA. Per quanto riguarda gli operatori delle strutture le vaccinazioni verranno eseguite dall'Azienda USL territorialmente competente in accordo con le direzioni delle strutture. La campagna vaccinale e gli screening sono inserite come azioni prioritarie, anche nella tempistica, all'interno della programmazione delle Aziende UU.SS.LL. In ragione del maggiore rischio espositivo e della esigenza di tutela della salute pubblica, l'Azienda USL territorialmente competente predispone un protocollo di monitoraggio per l'esecuzione di test rapidi e tamponi agli ospiti delle strutture e agli operatori delle stesse. In considerazione della disponibilità di test rapidi di facile esecuzione gli screening ai dipendenti e ospiti vengono gestiti autonomamente dalle strutture secondo le seguenti indicazioni:

a tutto il personale:
  • tampone rapido ogni 15 giorni (somministrato da personale RSA);
  • tampone (al bisogno) in caso di contatto con casi positivi o sospetti (somministrato da personale Ausl).

all'ospite:
  • test sierologici a tutti indicativamente ogni 15 giorni (somministrato da personale RSA);
  • tampone molecolare in caso sospetto (somministrato da personale Ausl);
  • tampone rapido, secondo valutazione del curante o di USCA o di team Multidisciplinari (somministrato da personale RSA).

 

Per il dettaglio delle disposizioni si rinvia all'Allegato A dell'Ordinanza.


Manifestazione interesse Alberghi sanitari


Si ricorda che entro le ore 00:00 del 23/10/2020 è possibile trasmettere la disponibilità della propria Misericordia all'avviso di manifestazione d'interesse — Alberghi Sanitari, con specifici requisiti, ad ospitare persone asintomatiche o paucisintomatiche risultate positive al COVID-19.

Per scaricare l'avviso della Manifestazione d'interesse clicca qui.


Fraterni saluti.
 
Allegati:
 
 
     Il Direttore
Gianluca Staderini
 
 
Integrazione Circolare - Assemblee per l'approvazione del bilancio e per le modifiche statutarie Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Mercoledì 21 Ottobre 2020 15:02

Cari Confratelli e Consorelle,

a supporto e per ulteriore precisazione di quanto comunicatovi ieri, vi inviamo in allegato la Circolare del Ministero dell'Interno inerente il DPCM 18 ottobre 2020. In particolare il Ministero oltre a confermare, per le riunioni private, la forte raccomandazione al loro svolgimento a distanza, conferma che le riunioni private sono ancora consentite in presenza. Il Ministero precisa inoltre che "la distinzione fra riunioni private ed attività convegnistiche e congressuali, il cui svolgimento in presenza è sospeso, è da ascrivere ad alcuni elementi estrinseci, quali il possibile carattere ufficiale dei congressi e dei convegni, l'eventuale loro apertura alla stampa e al pubblico. Elementi questi assenti, in tutto o in parte, nelle riunioni private, come, ad esempio, nelle assemblee societarie, nelle assemblee di condominio, ecc.".

Nel caso di impedimenti particolari, potete mandare una comunicazione mail all'indirizzo con l'indicazione di un recapito telefonico al quale sarete contattati.


Fraterni saluti.
 
     Il Direttore
Gianluca Staderini


Per scaricare la Circolare del Ministero dell'Interno del 20 ottobre 2020 clicca qui.
 
Giornata Retraining Nazionale - Sospensione e rimodulazione giornata 24 ottobre 2020 Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Martedì 20 Ottobre 2020 13:22

Carissimi Fratelli e Sorelle di Misericordia,

in queste ultime ore, numerose criticità hanno visto impegnato il nostro Movimento su vari fronti, portando tutti noi ad alcune riflessioni sulla fattibilità o meno di questa importante giornata formativa, che avrebbe coinvolto oltre 1.000 sorelle e fratelli formatori, di cui numerosi in presenza presso il Mandela Forum di Firenze.

Le considerazioni fatte, sia sul momento storico che sta vivendo la Confederazione sia per la situazione nazionale dell'emergenza COVID-19 (nonostante tutte le misure di contenimento del contagio fossero state prese, partendo dal distanziamento oltre i limiti di 1,80 mt, la gestione del pasto attraverso un pack lunch ed altre misure a riduzione di assembramenti) hanno determinato l'inopportunità, allo svolgimento di questa iniziativa con la modalità pensata in origine.

È stato altresì pensato un percorso sui territori, per il quale verrete informati entro pochi giorni, attraverso un programma semestrale dove tutti coloro che avranno il brevetto in scadenza potranno regolarmente rinnovarlo partecipando all'iniziativa che vedrà mantenuto il programma originale, ripetuto in tutte le realtà territoriali secondo il calendario che a strettissimo giro sarà inviato a tutti Voi.

Con il rammarico e la difficoltà nel prendere questa decisione, certi della comprensione di tutti Voi, siamo convinti sia stata la cosa più corretta da fare in questo momento per il nostro movimento. L'ufficio formazione nazionale rimane ovviamente a disposizione per eventuali chiarimenti ulteriori e/o delucidazioni.


Fraterni saluti

       Il Consigliere di Presidenza                                                                                  Il Capo Area
con Delega alla Formazione Nazionale                                                            Ufficio Formazione Nazionale
  
       Dott. Stefano Santangeli                                                                                       Filippo Pratesi
 
Scadenza del 31 ottobre: adeguamenti statuti e bilancio- RUNTS Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Giovedì 08 Ottobre 2020 11:40

A Tutte le Misericordie

E.P.C.

A Tutti gli Organi Confederali

Alle Articolazioni Territoriali

 

Il prossimo 31 ottobre scade il temine, sia per l’approvazione del bilancio 2019, sia per le modifiche statutarie di adeguamento al Codice del Terzo Settore (CTS), con approvazione dell’Assemblea ordinaria. In merito a tali questioni si evidenziano i seguenti punti:

 

1.   RINVIO: al momento non si ha notizia di un rinvio di tale scadenza e poiché sta per uscire il decreto di istituzione del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS), è ipotizzabile che potrebbe NON esserci alcun rinvio, almeno per quanto riguarda gli statuti, e vale ovviamente anche per l’approvazione del bilancio 2019, visto l’approssimarsi della fine dell’anno;

 

2.   ADEGUAMENTO STATUTI: è bene ribadire che il 31 ottobre 2020 non scade in generale la possibilità di adeguare gli statuti e quindi è possibile farlo anche successivamente;

 

Il 31 ottobre 2020 infatti scade solo la possibilità di adeguarli con l’assemblea ordinaria e quindi con i quorum costitutivi e deliberativi previsti da ogni singolo statuto, possibilità che il CTS ha previsto (in deroga alla consueta assemblea straordinaria) per adeguare gli statuti alla nuova normativa, specificando però che ciò vale solo per gli stretti adeguamenti di legge e non per le altre modifiche che eventualmente la singola associazione ritenga opportuno inserire.

Quindi anche dopo il 31 ottobre 2020 sarà possibile adeguare e modificare gli statuti, ma si potrà fare però solo con l’assemblea straordinaria, con le maggioranze qualificate previste normalmente per le modifiche statutarie.

Si ritiene comunque opportuno provvedere quanto prima all’adeguamento, in considerazione della trasmigrazione degli albi regionali nel RUNTS; Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali ha infatti firmato il decreto attuativo per il Registro unico nazionale del Terzo Settore - RUNTS. L’iter di approvazione prevede come primo passo la trasmissione alla Corte dei Conti per la registrazione e la successiva pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e dopo 180 giorni dalla pubblicazione il RUNTS sarà operativo e si concluderà il regime transitorio che ricordiamo prevedeva, l’applicarsi delle norme previgenti ai fini e per gli effetti derivanti dall'iscrizione degli enti nei registri onlus, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale. In generale, la riforma prescrive una disciplina nuova con riferimento a diversi aspetti della vita e dell’attività degli enti di terzo settore.

3. RIUNIONI NUMEROSE: in merito alla necessità di dover riunire assemblee, che potrebbero anche essere molto numerose, è ovviamente obbligatorio rispettare le norme di prevenzione anti-Covid attualmente in vigore (mascherina, distanziamento etc.); nasce quindi il problema di trovare spazi e locali idonei e di organizzarli nella maniera dovuta: su questo è necessario rivolgersi al proprio responsabile della sicurezza che saprà meglio consigliare sulle modalità da adottare per svolgere una riunione assembleare in sicurezza.

 

Per ulteriori chiarimenti o necessità potete inoltrare un quesito alla mail  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  o telefonare al n. 0553261361.

 

 Fraterni saluti.

Gianluca Staderini

 
Assemblee per l’approvazione del bilancio e per le modifiche statutarie Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Mercoledì 21 Ottobre 2020 11:31

Cari Confratelli e Consorelle,

il susseguirsi dell’emanazione delle norme in conseguenza della ripresa della diffusione del virus Covid-19 pone non poche problematiche, anche interpretative, in relazione ai quotidiani adempimenti che siamo tutti chiamati a porre in essere nelle nostre misericordie. In particolare per quanto riguarda la modalità di svolgimento delle assemblee, sia per l’approvazione del bilancio che per le modifiche statutarie, si fa presente che al momento non sono previste proroghe delle scadenze attualmente fissate al 31 ottobre 2020.

Il Consiglio del Forum nazionale del Terzo settore, di cui siamo parte, ha chiesto alla presenza del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, il rinvio della data di scadenza per le modifiche statutarie con le modalità semplificate previste per l’assemblea ordinaria, prorogandola alla data di presunta piena operatività del Registro unico nazionale del Terzo settore (verosimilmente ad Aprile 2021). Siamo in attesa di una risposta.

Per quanto riguarda l’approvazione del bilancio 2019, trattandosi di adempimento ordinario ed obbligatorio, le assemblee di approvazione dovranno tenersi facilitando e promuovendo, nella maggior misura possibile, la modalità del collegamento a distanza così come fortemente raccomandato dal DPCM 18 ottobre 2020.

Nel caso di impedimenti particolari, potete mandare una comunicazione mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. con l’indicazione di un recapito telefonico al quale sarete contattati.

 
Fraterni saluti.
 
     Il Direttore
Gianluca Staderini
 
Le Misericordie della Toscana in prima linea con la campagna “Movida si...cura” Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Martedì 20 Ottobre 2020 12:33

Una grande campagna di prevenzione ha visto protagonista quest’estate la Federazione delle Misericordie della Toscana: “Movida si...cura”.

Un’iniziativa promossa dall'assessorato regionale al diritto alla salute in collaborazione con Misericordie, Anpas, e Croce Rossa italiana, che ha permesso a migliaia di ragazzi di effettuare su base volontaria e gratuitamente, test sierologici e alcool test nei luoghi più affollati della vita notturna.

Partita lo scorso 25 luglio e conclusasi a fine settembre, “Movida si...cura”, è stata anche l’opportunità per sensibilizzare una fetta di popolazione mai censita per il coronavirus, quella dei giovani, a mantenere alta l'attenzione con comportamenti corretti, come l’uso della mascherina, il distanziamento sociale e il lavaggio frequente delle mani.

Ad essere coinvolte le principali piazze delle Toscana, dalle località costiere alle città d'arte, tutti i venerdì e i sabati, dalle ore 22 alle 2 del mattino. Tantissimi i nostri confratelli e consorelle, che nonostante l’impegno nella fase più acuta della pandemia, hanno deciso ancora una volta di essere in prima linea a fianco della comunità, senza risparmiarsi e sempre con il sorriso, benché celato da una mascherina. Una presenza fondamentale, quella dei nostri volontari, che ha consentito di rendere possibile un progetto davvero significativo soprattutto nell’ottica dei crescenti numeri di Covid positivi, che si stanno registrando nelle ultime settimane.

 

Per saperne di più sui numeri di "Movida si...cura" clicca qui.

 
Centri Estivi 2020: linee guida Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Mercoledì 10 Giugno 2020 16:10

Cliccando sul link centriestivi_2020 è possibile scaricare le linee guida per gestire e organizzare in sicurezza le attività estive 2020 con riferimento alla prima infanzia, infanzia e adolescenza realizzata dai nostri uffici in seguito all’emergenza sanitaria Covid-19. 

La guida si propone di essere di supporto alle Misericordie toscane che svolgono solitamente o per la prima volta l’attività di centro estivo per minori: l’obiettivo è di dare una lettura più semplice e schematica delle linee guida pubblicate dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia, sottolineando l’importanza di coinvolgere i professionisti di fiducia nella realizzazione di questo importante servizio per la comunità.

Per ogni richiesta di chiarimento o supporto potete contattare Benedetta Ferreri al numero 347 2882784 e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 17

Banner