Home
Misericordie della Toscana
Dal 30 agosto il Campus giovani G.eMMe Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Lunedì 09 Luglio 2018 10:45
Anche quest’anno per i giovani di G.eMMe si ripeterà l’esperienza di condivisione e socializzazione del Campus che si terrà dal 30 agosto al 2 settembre 2018 presso il Camping “Summer Paradise”a Capitello (SA).

Sei un giovane che presta servizio nelle Misericordie? Vivi anche tu questa fantastica esperienza! Invia la scheda di prenotazione entro e non oltre il 12 agosto 2018.

Non mancare…ti aspettiamo!



circolare


scheda di prenotazione
 
Quinta edizione del concorso fotografico “Obbiettivo Solidarietà” Stampa E-mail
News dalle Misericordie
Scritto da Redazione Toscana   
Mercoledì 04 Luglio 2018 12:04
L’Arciconfraternita di Misericordia di Siena organizza la quinta edizione del concorso fotografico a tema “Obbiettivo Solidarietà”, aperto a foto-amatori e professionisti, che si concluderà il 22 Settembre 2018.
 
Il concorso, forte del grande successo delle edizioni precedenti, ha la finalità di concentrare l’attenzione dei cittadini sul valore del volontariato. Le foto, a colori o in bianco e nero, devono ritrarre una situazione di solidarietà allo scopo di creare un connubio tra volontariato, arte e giovani.
 
Le opere selezionate dalla giuria verranno pubblicate sul sito e sui canali social della Misericordia di Siena, mentre le stampe delle opere ritenute meritevoli saranno esposte in una sede idonea alla loro divulgazione e, in un secondo momento, potranno essere oggetto di un’asta di beneficenza a favore di “Adotta una Famiglia”, la campagna di raccolta fondi sostenuta dalla Misericordia di Siena.
 
Le iscrizioni dovranno essere effettuate entro e non oltre le ore 12.00 di Sabato 25 Agosto 2018.
 

Ai fini dell’iscrizione è necessario:
spedire o consegnare in busta chiusa il modulo di iscrizione compilato e firmato in originale
spedire le foto in formato JPG a mezzo posta elettronica all’indirizzo indicando nella mail il nome dell’autore e il titolo della foto. 

Regolamento-2018
 
La Misericordia di Vinci chiede volontari per i servizi alla Festa dell'Unicorno Stampa E-mail
News dalle Misericordie
Scritto da Redazione Toscana   
Lunedì 02 Luglio 2018 10:23
Anche quest'anno la Misericordia di Vinci effettuerà il consueto servizio di assistenza sanitaria in occasione della manifestazione “Festa dell’Unicorno” che si svolgerà nella locale cittadina dal 27 al 29 luglio 2018.
Trattandosi di una festa di grandi dimensioni (si stimano circa 40.000 presenze nei 3 giorni di festa) per garantire il servizio la Fraternita di Vinci chiede la collaborazione di tutti i Confratelli e le Consorelle della zona per organizzare le squadre di soccorso nei seguenti giorni con orari indicativi:

Venerdì 27/07

Turni previsti: 14.00-18.30 e 18.30-01.00 (Briefing con Lima Mike ore 19.00)

Sabato 28/07

Turni previsti: 13.00-19.00 e 17.30-01.00 (Briefing con Lima Mike ore 18.00)

Domenica 29/07

Turni previsti: 13.00-19.00 e 17.30-01.00 (Briefing con Lima Mike ore 18.00)

Le squadre dovranno essere composte da almeno DUE soccorritori (di cui almeno uno con Livello Avanzato e abilitato all’utilizzo del DAE) e dovranno essere dotate di zaino di primo soccorso (con telo portaferiti) e DAE. Se non in possesso il materiale verrà fornito ad inizio turno.
La Misericordia di Vinci offrirà pranzo e/o cena ai confratelli che interverranno. Ovviamente i partecipanti potranno accedere gratuitamente alla manifestazione.
Si prega di comunicare eventuali disponibilità telefonando allo 0571/56692 o tramite email all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
Riforma 118 Corsinovi: “Agenzia regionale non ha nulla a che fare con una presunta privatizzazion Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Venerdì 22 Giugno 2018 10:08

 

“La proposta di un’Agenzia regionale per il governo di tutto il territorio non ha assolutamente nulla a che fare con una presunta ‘privatizzazione’ del servizio 118.”
Il presidente della Federazione regionale delle Misericordie della Toscana, Alberto Corsinovi, rigetta con decisione timori e polemiche circolate nelle ultime settimane sulla riforma del 118 in Toscana.
“Parlare di privatizzazione a proposito dell’agenzia non ha senso” aggiunge Corsinovi; “sarebbe come dire che il sistema del 118 è già privatizzato, visto che tutti i mezzi e tutto il personale, ad eccezione degli operatori sanitari, è da sempre fornito dalle associazioni di volontariato toscane, non solo le Misericordie, ma anche Pubbliche Assistenze e Croce Rossa.”
“Attraverso l’Agenzia regionale stiamo ipotizzando un’organizzazione e modelli, sia operativi che complementari (ad esempio il fondamentale aspetto della formazione), uniformi su tutto il territorio; perché accogliere e preparare a questo delicato compito migliaia di persone che ogni anno bussano alle nostre porte, non è facile così come fare la formazione, per esempio, degli operatori sanitari, necessariamente pubblici.”

“Per quanto ci riguarda dovrebbe essere proprio l’Agenzia regionale che, con il fattivo concorso degli enti federativi del volontariato, promuove la migliore organizzazione sui territori, senza che in Toscana si debbano avere tre modelli organizzativi diversi o, ad esempio, un sistema di elisoccorso che non è compreso, come oggi, nel comparto complessivo dell’emergenza, nonostante la necessità di una forte integrazione tra eliambulanze e mezzi a terra; all’interno del sistema dovrebbero essere poi previste sperimentazioni di nuovi modelli di automediche o equipe sanitarie, che possono essere più versatili e flessibili, in modo da consentire l’intervento entro i tempi previsti anche nei luoghi più periferici.”
“Questo è quanto si sta discutendo con l’assessorato della Regione Toscana e tutte le realtà sanitarie coinvolte in questa che è già oggi una più che efficiente organizzazione territoriale dell’emergenza e perciò spiace ascoltare dichiarazioni che hanno più il sapore della propaganda elettorale che di un contributo per il miglioramento di questo importante servizio. E spiace ancora di più se provengono da consiglieri regionali che, per il ruolo che rivestono, dovrebbero avere piena conoscenza dello stato dell’arte del rapporto tra volontariato e Regione, anche a proposito della riorganizzazione del servizio 118.”

“Per sgombrare il campo da ogni possibile polemica ribadisco anche che fino ad oggi non abbiamo mai affrontato il problema della riduzione del numero delle centrali operative, ma casomai la questione dell’attivazione del numero unico per le chiamate di emergenza, cioè il 112.”
“Nei prossimi giorni – conclude Corsinovi – apriremo un confronto con tutti i gruppi politici del Consiglio Regionale, le organizzazioni sindacali, i rappresentanti di medici e infermieri, con la convinzione di aver studiato il territorio e di poter presentare un piano che non abbassi, ma anzi migliori, il livello di sicurezza, che intendiamo condividere in primis con le nostre realtà locali, i sindaci e la società civile della Toscana.”

rassegna-stampa
 
Inaugurata la “Casa Giallo-Ciano Maria Cristina” Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Mercoledì 06 Giugno 2018 11:09
Le Misericordie della Toscana hanno deciso di impegnarsi anche nella “periferia” degli abusi contro l’infanzia e della violenza, soprattutto, contro le donne.

Dopo l’impegno nella gestione di una struttura di accoglienza per minori e donne oggetto di violenza, ora la realizzazione della prima casa giallo-ciano per l’ascolto video-registrato in modalità protetta dei minori e delle persone vittime di violenza.
La struttura, in un paese dell’hinterland fiorentino, è stata presentata e consegnata nel corso di una semplice cerimonia alla presenza delle massime autorità giudiziarie fiorentine e dei rappresentanti delle forze dell’ordine.

“Una nuova povertà alla quale le Misericordie toscane rispondono con lo stesso stile anonimo che si rifà alla “buffa” hanno deciso di mettersi a disposizione attraverso i principi dell’anonimato e gratuità totale, rifacendosi alla “buffa” indossata dai fratelli della Misericordia che il Santo Padre ha definito gli “uomini del fare”.
Ha detto Alberto Corsinovi nel consegnare simbolicamente le chiavi della casa giallo-ciano.
 
Valorizzazione servizi svolti in stand by emergenza urgenza Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Lunedì 25 Giugno 2018 09:25

Riportiamo gli esiti della trattattiva - già comunicati alle Misericordie - che la Federazione, tramite il presidente Corsinovi, ha condotto con la Regione sulla valorizzazione dei servizi svolti in stand by emergenza urgenza.

Carissimi/e,
 
dopo una lunghissima ed estenuante trattativa durata, come ben sapete, tanto tempo, finalmente siamo arrivati a definire con la Regione Toscana le nuove valorizzazioni dei servizi svolti in stand-by per l’emergenza sanitaria.

A partire dal primo di gennaio 2018 gli importi che ci verranno riconosciuti a titolo di stand-by sulle 24 ore, saranno aumentati a 9.450,00 euro al mese (equipaggio 3 soccorritori) ed a 7.350,00 al mese (equipaggio 2 soccorritori); continuerà ad esserci riconosciuto un contributo di attivazione per ogni chiamata di euro 17; è stato eliminato il limite dei 25 km forfettario e ci verrà corrisposto  un rimborso chilometrico di 0,36 centesimi di euro al km, a partire dal km zero, qualsiasi sia la percorrenza del servizio.
 
Per il momento sono state mantenute le due valorizzazioni di stand-by, a tre e due soccorritori, in quanto, le tabelle della Legge 25/2001 e succ. a cui comunque facciamo ancora riferimento anche per le tipologie di ambulanza e la composizione degli equipaggi, riportano tale differenziazione; questo però solo in attesa che vengano approvate le modifiche alla citata Legge 25/2001, già concordate con la Regione Toscana per le relative Tabelle che prevedono, tra le altre cose, che i nostri equipaggi saranno composti da “almeno due soccorritori di livello avanzato”. Da quel momento in poi, evidentemente, il rimborso mensile di riferimento sarà di 9.450 euro per tutti gli stand-by.
 
Ovviamente, nel definire quanto sopra, abbiamo tenuto in considerazione, tutte le caratteristiche e le tipologie delle dislocazioni territoriali delle Misericordie, cercando di trovare un equilibrio dei parametri, che garantisse un incremento a tutte le Misericordie, sia quelle cittadine, o comunque a distanze contenute dai presidi ospedalieri, ma anche di quelle consorelle che operano in territori lontani con lunghi spostamenti e difficoltà varie.

Chiaramente questo primo anno di applicazione dovrà anche servirci per verificare l’efficacia dei correttivi applicati, e darci gli strumenti, per, eventualmente, intervenire con Regione Toscana e modificare quanto necessario.

Le ASL dovranno versare entro il prossimo 30 luglio 2018 la differenza a conguaglio di quanto già versato per acconto e saldo sia del primo, che del secondo trimestre 2018.
Quanto sopra è tutto già contenuto nel testo di una delibera approvata dalla Conferenza Regionale Permanente tenutasi il 15 u.s., durante la quale abbiamo anche affrontato e definito la ripartizione del conguaglio delle risorse relative all’anno 2017.

Verranno riconosciuti, sempre nel mese di luglio 2018, risorse per un valore di circa il 22% in più sullo stand-by, e di quasi il 7% sul valore della produzione relativa ai trasporti in emergenza.

Invieremo ad ogni coordinamento, con una mail specifica, un prospetto con indicato, Misericordia per Misericordia, gli importi che saranno liquidati.

Per praticità allego alla presente uno schema molto sintetico e spero chiaro della nuova valorizzazione dei trasporti in emergenza.

Riepilogo

Fraterni saluti. 

Gianluca Staderini
 
Giornata informativa per operatori di sala operativa regionale Stampa E-mail
News
Scritto da Redazione Toscana   
Mercoledì 20 Giugno 2018 12:22
L’Area Emergenze Regionale organizza per il giorno 01/07/2018 una giornata informativa per i Confratelli che vorranno specializzarsi come operatori di Sala Operativa Regionale.

La giornata sarà suddivisa in due incontri, uno la mattina dalle 10 alle 12 e l’altro nel pomeriggio dalle 15 alle 17 (trattasi di due incontri identici per dare modo al più alto numero di persone di partecipare) che si svolgeranno presso i nuovi locali di Pistoia, via Nazario Sauro n. 291.

Non si tratta di un corso ma solo di una prima informativa sulla nuova Sala Operativa Regionale e sull’importanza della formazione di chi vi opera, inoltre con Regione Toscana è in corso la preparazione di appositi percorsi formativi per il prossimo autunno. 

Chi fosse interessato è pregato di inviare l'adesione entro il 25/06/2018 a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
Sa Paradura di ritorno Stampa E-mail
News dalle Misericordie
Scritto da Redazione Toscana   
Mercoledì 06 Giugno 2018 10:21
Un anno fa i pastori sardi davano vita a Cascia a "Sa Paradura". Secondo questa antica tradizione dell'Isola ogni pastore regalava una pecora ad altri allevatori colpiti da disgrazia è così i pastori sardi portarono a Cascia e frazioni 1000 pecore in aiuto agli allevatori colpiti duramente dal terremoto.

A ringraziamento di un gesto di solidarietà così forte, una delegazione di cui facevano parte il sindaco di Cascia Mario De Carolis, autorità, cittadini e pastori è partita da Cascia per riportare in Sardegna parte del bestiame ricevuto in dono.  Presente anche il rettore della Basilica di Santa Rita padre Bernardino Pinciaroli che ha portato la reliquia di Santa Rita accompagnata poi in una suggestiva processione.

“Sa Paradura di ritorno” si è tenuta a La Maddalena nei giorni dal 31 maggio al 4 giugno rinsaldando così il legame nato dalla solidarietà che ormai unisce Cascia alla Sardegna.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 14

Banner