Home Dalle Misericordie News dalle Misericordie Il Cardinale Comastri in visita all'Elba dopo 21 anni
Il Cardinale Comastri in visita all'Elba dopo 21 anni Stampa E-mail
Scritto da Redazione Toscana   
Lunedì 22 Settembre 2014 14:35
Riportiamo la testimonianza di Simone Meloni - governatore della Misericordia di Portoferraio - sulla visita del cardinale Angelo Comastri all’isola d’Elba
 
L'atteso giorno è arrivato. S.Em. il Cardinale Angelo Comastri, già Vescovo della diocesi di Massa M.ma-Piombino, è venuto in visita all'isola d'Elba. Il Cardinale, giunto a Portoferraio venerdì pomeriggio alle ore 15.00, ha concelebrato la Santa Messa delle 18.00 a San Giuseppe, in un’affollata Chiesa dove l'emozione dei fedeli si leggeva nei volti, l'emozione di ritrovarsi dopo ventuno anni.

Il discorso di benvenuto del parroco di San Giuseppe, don Gianni Mariani, ha riportato tutti agli anni in cui il Vescovo Angelo era con noi, con i suoi pellegrinaggi, le sue omelie e la sua indimenticabile visita del 1991 insieme alla Beata Madre Teresa di Calcutta, un giorno che ha segnato il cuore di ognuno di noi.
La giornata si è conclusa nel Duomo di Portoferraio dove il Cardinale Comastri ha tenuto una conferenza sul tema "Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, due Santi contemporanei". Presenti anche in questa occasione, oltre le autorità civili e militari, tanti fedeli. Il Cardinale ha ripercorso la vita dei due Papi, da prima della loro elezione fino alla loro morte terrena.

Due vite incentrate nella famiglia ed alla dedizione verso Dio e la Madonna. Nel racconto il Cardinale ha fatto sentire i presenti partecipi della vita dei due Santi; bellissimi i racconti sulle prime visite di San Giovanni XXIII fuori il Vaticano ed i suoi indimenticabili discorsi al mondo. Emozionanti i vissuti di San Giovanni Paolo II: ci hanno fatto rivivere le emozioni di un pontificato speciale, dall'elezione, con l'inconsueto discorso ai fedeli dalla loggetta di San Pietro (fino ad allora nessun Papa lo aveva pronunciato), fino ai suoi ultimi giorni di agonia passando per il discorso di apertura del pontificato "aprite, anzi spalancate le porte a Cristo, non abbiate paura", per arrivare al tragico attentato che vide il Papa colpito nella Sua piazza San Pietro e che lasciò sul Santo Padre un segno indelebile, ricordando, anche negli anni successivi, come sentì su di se la mano della Madonna che lo salvò dai proiettili.
In apertura ed in chiusura della conferenza si sono recitate due meravigliose preghiere rivolte a San Giovanni XXIII e San Giovanni Paolo II ed una raccomandazione di Sua Eminenza, "vivete nella famiglia, vivete la famiglia, portate nella vostra famiglia Dio".

Insomma una giornata piena di emozioni che è terminata con la consegna, da parte della Misericordia di Portoferraio, di un' Elba scolpita nel granito ed un rinnovato invito a Sua Eminenza: nel 2016 la Misericordia celebrerà i 450 anni dalla fondazione e l'isola d'Elba i 25 anni dalla visita della Beata Madre Teresa di Calcutta accompagnata dall'allora Vescovo Angelo. Appuntamento quindi tra due anni, magari rivivremo queste emozioni parlando della storia della Misericordia e soprattutto della vita di Madre Teresa di Calcutta. 
 
Banner